Contributi per acquisto di ambulanze e beni strumentali 2018: scadenza 31/01/2019

Pocket

La procedura e la modulistica per richieste di contributo su acquisto di ambulanze, autoveicoli per attività sanitarie, beni strumentali e beni donati a strutture sanitarie pubbliche

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso disponibile la modulistica aggiornata (formulario e linee guida per la compilazione) da utilizzare per richiedere i contributi sugli acquisti di autoambulanze, autoveicoli per attività sanitarie, beni strumentali e beni donati a strutture sanitarie pubbliche effettuati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2018.

Invitiamo le Pubbliche Assistenze ad utilizzare solo la nuova modulistica in quanto è stata notevolmente modificata rispetto a quella dello scorso anno, con l’obiettivo di renderla di più facile comprensione e compilazione, anche grazie ad un lavoro che il Ministero ha condiviso con le reti associative nazionali.


La modulistica

(prima di scaricare i documenti consigliamo di prendere visione dell’informativa Anpas)

FORMULARIO:


Alcune novità nella domanda di quest’anno sono:

  • Oltre ad essere stampato e compilato a mano, il formulario può essere compilato direttamente sul file pdf scaricato; in tal caso i dati comuni su tutti gli allegati saranno compilati automaticamente dopo averli inseriti sul primo modulo. Oltre al formulario completo della domanda e degli allegati, possono essere scaricati anche i file dei soli allegati qualora la varietà degli acquisti su cui si richiede il contributo necessiti la compilazione di più copie del medesimo modulo.
  • Non sarà più necessario allegare la copia dell’iscrizione al registro regionale del volontariato, in quanto viene autocertificata dal Legale rappresentante ai sensi dell’art. 46 e 47 del DPR n. 445 del 28 dicembre 2000.
  • Non sarà più necessario allegare lo statuto, che potrà essere successivamente richiesto da ANPAS se necessario.
  • È stato eliminato il primo allegato della vecchia domanda, che aveva creato diverse difficoltà di comprensione e compilazione.
  • Tramite la compilazione del nuovo Allegato 1-bis (che elenca le fatture per ciascuna delle tipologie di bene acquistato) e dell’Allegato 2 (che precisa la modalità di acquisto dei mezzi), l’associazione dichiara che le fatture, le quietanze e i documenti relativi ai mezzi acquistati sono copia conforme all’originale. Compilando correttamente questi allegati quindi non sarà più necessario dichiarare la conformità all’originale su ciascuna copia allegata di fatture, pagamenti, libretti, certificati di proprietà, contratti, ecc.
  • Dovrà essere compilato un Allegato 1 e Allegato 1-bis per ogni tipologia di bene. Qualora una fattura comprenda due o più tipologie di beni dovrà essere trascritta in più Allegati 1-BIS riportando nell’apposita colonna l’importo dei beni appartenenti alla relativa tipologia.
  • È possibile richiedere il contributo anche per l’acquisizione di mezzi tramite noleggio a lungo termine con opzione di acquisto (non per il normale noleggio a lungo termine) compilando la relativa sezione dell’allegato 2
  • Anche le Organizzazioni di volontariato possono richiedere il contributo per l’acquisto di beni poi donati a strutture sanitarie pubbliche, compilando l’allegato 4.

Vengono invece confermate le seguenti disposizioni:

  • La domanda dovrà essere inviata alla rete associativa nazionale di appartenenza. Pertanto le Pubbliche Assistenze dovranno inviare la documentazione SOLO presso la sede nazionale di ANPAS che – successivamente alla verifica e alla eventuale integrazione documentale da parte delle Associazioni – invierà un’unica domanda al Ministero.
  • Il termine di presentazione delle domande è il 31 gennaio 2019 e l’invio deve essere effettuato a mezzo raccomandata A/R (fa fede il timbro postale). Tale termine è perentorio nonostante che l’invio sia effettuato ad ANPAS e non al Ministero.
  • Il contributo potrà essere cumulato anche con altri contributi pubblici (incluso il 5 per mille) erogati per lo stesso bene, con la condizione che la loro somma non sia superiore al costo totale del bene. In tal caso sulla fattura deve essere apposta una dicitura che attesti l’importo del contributo pubblico già ricevuto per quel bene.
  • Non è possibile richiedere il contributo sull’acquisto di autoambulanze se si è già usufruito del c.d. “sconto” IVA al momento dell’acquisto.
  • Sono esclusi dal contributo i beni utilizzati esclusivamente per l’organizzazione ed il funzionamento dell’Associazione, come pure i beni non utilizzati direttamente ed esclusivamente per le attività di interesse generale (di cui all’art. 5 del Codice Terzo Settore).
  • Il bene oggetto del contributo potrà essere venduto dopo 5 anni dall’acquisto. Vengono mantenute le eccezioni e le condizioni per la vendita anticipata ad altre Organizzazioni di volontariato (in questo caso il corrispettivo non può essere superiore alla differenza fra il valore di mercato del bene ed il contributo ricevuto dal Ministero, ed è necessaria una preventiva autorizzazione del Ministero).
  • Alla domanda va allegata una sola copia del documento del Legale Rappresentante
  • È necessario inviare un documento che comprovi l’effettivo pagamento delle fatture presentate, tramite una delle sei modalità riportate all’ultimo paragrafo della pagina 3 delle linee guida.
  • Alcuni documenti (pagamenti delle fatture, documenti dei mezzi) se non disponibili al momento della presentazione della domanda possono essere inviati entro il 31 marzo 2019 in copia conforme all’originale, ma solo come integrazione della stessa. La domanda e le relative fatture devono comunque essere presentate entro il 31 gennaio con l’indicazione dei documenti che saranno integrati con invio successivo, sempre alla rete associativa nazionale.

Si invitano le Pubbliche assistenze ANPAS a:

1) leggere attentamente, prima di compilare la domanda, le linee guida e le dichiarazioni contenute nel formulario che verranno sottoscritte dal Legale rappresentante;
2) non inserire richieste di contributo per beni di consumo, manutenzioni e quant’altro espressamente escluso dalle linee guida, che non potranno in nessun caso essere ammesse a contributo e che aumenterebbero ulteriormente l’enorme mole di lavoro e di documentazione da conservare nei nostri uffici.
3) spedire tempestivamente la richiesta di contributo, e comunque entro il 31/01/2019, a mezzo Raccomandata A/R (fa fede il timbro postale) a: ANPAS NAZIONALE – Via Pio Fedi 46/48 – 50142 Firenze

ANPAS Nazionale è a disposizione per dare informazioni alle Pubbliche Assistenze aderenti.



Clicca qui per la pagina dedicata sul sito istituzionale del Ministero